Microsoft ufficializza l’acquisto di LinkedIn: presto le prime integrazioni

microsoft-linkedin.jpg

Il via libera è arrivato e da qualche ora Microsoft è ufficialmente l’azienda proprietaria di LinkedIn, il social network del lavoro acquistato da Redmond nel giugno scorso per 26 miliardi di dollari.

Ieri il CEO di Microsoft Satya Nadella ha confermato l’effettiva acquisizione e dato il benvenuto a tutti gli utenti di LinkedIn in casa Microsoft, cogliendo anche l’occasione per anticipare quali sono i piani dell’azienda per il prossimo futuro.

LinkedIn sarà presto integrato in Microsoft Outlook e nell’intera suite di Office, mentre le notifiche di LinkedIn saranno implementate nel Centro Notifiche di Windows. Non solo: Microsoft ci permetterà di condividere il nostro curriculum vitae su LinkedIn direttamente da un documento Word e di inviare la nostra candidatura per offerte di lavoro su LinkedIn direttamente dal sistema operativo di Microsoft.

Come abbiamo spiegato sei mesi fa, la nostra priorità è quella di accelerare la crescita di LinkedIn, con l’aggiunta di valore per tutti i membri di LinkedIn. […] Sono eccitato e ottimista per quello che possiamo realizzare insieme e per il viaggio che ci attende.

In attesa di toccare con mano i primi frutti di questa acquisizione, ci auguriamo che tra le priorità di Microsoft ci sia quella di rivedere il molesto sistema di notifiche e avvisi di LinkedIn, attivo di default in modo tutt’altro che discreto.

microsoft-linkedin.jpg

Microsoft ufficializza l’acquisto di LinkedIn: presto le prime integrazioni pubblicato su Downloadblog.it 09 dicembre 2016 16:06.

Source

Round things, square things

The following chart traces the flow of funds into AI (artificial intelligence) startups.

Financial-times-graphic-recent-funding-for-ai-machine-learning-2014-machine-learning-post

I found it on this webpage and it is attributed to Financial Times.

Here, I apply the self-sufficiency test to show that the semicircles are playing no role in the visualization. When the numbers are removed, readers cannot understand the data at all. So the visual elements are toothless.

Ft_ai_funding2

Actually, it’s worse. The data got encoded in the diameters of the semicircles, but not the areas. Thus, anyone courageously computing the ratios of the areas finds their effort frustrated.

Here is a different view that preserves the layout:

Redo_ft_ai_funding

The two data series in the original chart show the current round of funding and the total funds raised. In the junkcharts version, I decided to compare the new funds versus the previously-raised funds so that the total area represents the total funds raised.

Source

Gmail, copia e incolla dei contenuti formattati e molto altro nell’update su iOS

Google ha aggiornato la versione iOS del suo client di posta elettronica, portandolo alla versione 5.0.7 ed introducendo alcune modifiche funzionali di notevole interesse. Tra le novità, Gmail ci consente ora di fare il copia ed incolla anche dei contenuti formattati durante la scrittura di un messaggio, oltre ad alcune modifiche dell’interfaccia utente descritte nel dettaglio all’interno del changelog ufficiale, che vi proponiamo a seguire.

Novità nella versione 5.0.7

  • – Scegli il tuo browser preferito (Safari o Chrome) per aprire i link (nelle impostazioni)
  • – Modifica i contenuti citati quando rispondi a un messaggio
  • – Copia/incolla contenuti formattati quando scrivi un messaggio
  • – Seleziona più messaggi: tocca l’immagine del profilo del mittente o l’icona accanto ai messaggi
  • – Segna come letto/da leggere: seleziona il messaggio e tocca l’icona "busta aperta/chiusa" nella barra degli strumenti in alto

Gmail è scaricabile gratuitamente da App Store al seguente link. Richiede iOS 8.0 o versioni successive. Compatibile con iPhone, iPad e iPod touch.


L’iPhone più classico di sempre? Apple iPhone 6s, in offerta oggi da Puntocomshop a 505 euro oppure da Unieuro a 599 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Source

TV App di Apple è disponibile su App Store USA, ma solo per chi ha iOS 10.2

Il rilascio pubblico di iOS 10.2 dovrebbe essere imminente, visto che da poche ore è disponibile su App Store USA l’applicazione TV App installabile solo se l’iPhone è aggiornato proprio ad iOS 10.2.

tvios_cd679cb6c53e48e3c576c97e6ddd4ae7-m

TV App è infatti disponibile su App Store USA, ma il tasto di installazione è attivo solo se sull’iPhone è già presente una beta di iOS 10.2. Questa applicazione permette di migliorare l’esperienza di utilizzo della Apple TV, visto che offre una guida agli spettacoli e i film disponibili, info sugli episodi delle serie TV e consigli personalizzati su cosa guardare.

Per poter funzionare, TV App richiede che su Apple TV sia installato tvOS 10.1, il cui rilascio avverrà – a questo punto –  in concomitanza con iOS 10.2.

Link all’articolo originale: TV App di Apple è disponibile su App Store USA, ma solo per chi ha iOS 10.2

Source